Il POS. Tutto quel che bisogna sapere

L’obbligo di redazione del P.O.S. (Piano Operativo di Sicurezza) da parte dei datori di lavoro delle imprese esecutrici è stato introdotto dal D. L.vo 528/99 che modifica ed integra il D. L.vo 494/96 avente per oggetto le prescrizioni minime di sicurezza e di salute da osservare nei cantieri temporanei e mobili.

Si premette che la legge prescrive (art. 9 del D. L.vo 494 modificato) l’obbligo di redigere il P.O.S. in qualunque caso, a prescindere dalla durata e complessità delle lavorazioni da eseguire, dal numero di imprese presenti nel cantiere, dalla presenza o meno dei coordinatori.

Pertanto non sono previsti casi di esonero dall’obbligo di redazione del POS.
La legge esplicita, inoltre, che l’obbligo di redazione del POS riguarda tutte le imprese purché abbiano lavoratori subordinati, o ad essi equiparati, oppure collaboratori familiari; sono esonerati solo i lavoratori autonomi.

Il POS è il documento che il datore di lavoro dell’impresa esecutrice redige, in riferimento al singolo cantiere interessato, ai sensi dell’art. 4 del D. L.vo 626/94 e successive modifiche (art. 9 del D. L.vo 494 modificato) e rappresenta (qualora presente) il piano complementare di dettaglio del piano di sicurezza e coordinamento
redatto dal coordinatore alla progettazione (art. 5 del D. L.vo 494 modificato).

Pertanto il POS è il documento con il quale il datore di lavoro dell’impresa formalizza l’esito della valutazione dei rischi ed indica le misure di prevenzione e protezione che intende adottare per eliminare (se possibile) o ridurre i rischi riscontrati.

La valutazione dei rischi deve:
a) essere attinente allo specifico cantiere in esame, evitando qualunque generalizzazione;
b) prendere in esame e valutare i rischi di tutte (e solo) le lavorazioni che effettivamente verranno svolte.

Ai fini della valutazione devono essere presi in esame almeno i seguenti aspetti:
1) eventuali pericoli derivanti dalla specificità dell’area di lavoro;
2) i rischi di interferenza o sovrapposizione dovuti alla presenza di altre imprese o lavoratori autonomi;
3) le macchine, impianti ed opere provvisionali effettivamente utilizzate;
4) le sostanze chimiche che verranno impiegate;
5) i rischi connessi all’eventuale uso comune di macchine o impianti;
6) eventuali vincoli o prescrizioni contenute nel piano di sicurezza e
coordinamento (qualora presente).

Individuati i rischi ed i lavoratori esposti occorre che il documento
riporti:
a) le misure di sicurezza (tecniche, organizzative e procedurali) che verranno adottate;
b) i DPI che verranno forniti;
c) le azioni informative e formative eventualmente necessarie.

Il POS deve essere un documento operativo facilmente e rapidamente consultabile in cantiere da parte dei lavoratori e pertanto è raccomandabile che sia:

a) sintetico e privo di generici richiami a leggi o norme tecniche;
b) corredato da schemi e disegni esemplificativi dei rischi e delle misure da attuare.

Salone Del Mobile 2015

Il Salone del Mobile 2015, la fiera dell’eccellenza nell’arredo, nella luce e negli spazi di lavoro si avvicina a rapidi passi.

La 54° edizione del Salone Internazionale del Mobile aprirà le porte martedì 14 aprile fino a domenica 19 aprile, presso il quartiere fieristico di Rho. Qualità e innovazione, oltre a importanti eventi collaterali e una completa e ampia offerta merceologica sono gli ingredienti che contribuiscono a rendere il Salone il vero evento da non perdere per tutti gli appassionati di design e non solo.

La fiera sarà suddivisa come da tradizione fra i classici padiglioni Classico, Moderno e Design, il Salone del Complemento d’Arredo e il SaloneSatellite a cui per questa edizione si affiancheranno le biennali di Euroluce e Workplace3.0 Salone Ufficio dedicata all’ambiente di lavoro. Ecco, nel dettaglio, tutto quello che ci aspetta.

EUROLUCE
Torna la manifestazione in cui protagonista è l’eccellenza nel mondo dell’illuminazione. Saranno presentate le ultime novità sia da interni che da esterni, sistemi industriali, sorgenti luminose e software per le tecnologie della luce. In occasione dell’Anno Internazionale della Luce, proclamato dall’Unesco proprio per il 2015, sarà inoltre realizzata l’installazione-evento «Favilla. Ogni luce una voce», un racconto-ricerca sull’essenza della luce ideata dall’architetto Attilio Stocchi.

SALONE UFFICIO
Workplace3.0 è invece la proposta espositiva dedicata ai concept innovativi per la progettazione dello spazio di lavoro nel suo insieme e riunirà le proposte migliori del mondo dell’arredamento per ufficio, banche e istituti assicurativi e ambienti pubblici; delle sedute per ufficio agli elementi per acustica, delle partizioni interne e dei rivestimenti ai complementi d’arredamento per ufficio e delle tecnologie audio-video. Dedicata all’ambiente di lavoro La Passeggiata, firmata da Michele De Lucchi: una grande installazione ospitata all’interno dei padiglioni ideata con l’obiettivo di creare un’area in cui le nuove attività e modi di lavorare generano nuovi spazi di lavoro e nuove esigenze progettuali per abitarli, con un ufficio che sempre più diventa il luogo delle relazioni, degli incontri e del vivere insieme.

IN ITALY
Un progetto di «Four in the Morning» a cura dell’architetto Dario Curatolo, vede protagoniste 64 aziende italiane e un gruppo selezionato di designer, progettisti e architetti che si confronteranno sul tema dei prodotti, del design e della progettazione. Le aziende coinvolte si presentano con un filmato, con il quale lo spettatore potrà esplorare virtualmente il saper fare e l’unicità italiana, oltre a scoprire il percorso produttivo nascosto dietro ogni oggetto. Il filmato diventerà poi un’installazione e una App per esplorare cinque soluzioni a Lecce, Milano, Roma, Venezia e nella Val d’Orcia per cinque stili d’interni.

SALONE SATELLITE
Con ingresso libero al pubblico, giunta alla sua diciottesima edizione, torna la manifestazione dedicata ai giovani designer. Il Salone Satellite quest’anno è dedicato al tema «Pianeta vita» vicino a quello di Expo 2015 “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. Luogo di incontro per 700 giovani designer selezionati da ogni parte del mondo, la manifestazione è dedicata agli under 35 che non solo presentano i loro progetti, ma hanno anche la possibilità di essere selezionati per la sesta edizione del concorso SaloneSatellite Award, che ogni anno premia i tre migliori prototipi tra quelli presentati.