NEWS

16

Ott

Tu che strumento suoni?

Tu che strumento suoni?

Tu che strumento suoni?

È la domanda che si sentono rivolgere i candidati durante il colloquio di lavoro per entrare in Manaly. Questo approccio sottolinea come, ancora, la persona sia al centro dell’interesse e dei valori della cooperativa. Il coinvolgimento reale dei soci e la motivazione a lavorare per un progetto comune sono teorie manageriali che in Manaly vengono adottate da sempre. Le persone che stanno bene sono contente di lavorare e lavorano meglio. Questo si trasforma in un vantaggio competitivo che ha permesso di fidelizzare i clienti e di affrontare progetti via via più complessi.

Negli ultimi anni sono state inserite nuove figure professionali specializzate nell’ingegneria, nel design e nella creatività. Tutti hanno creduto, ancora, nella possibilità di reinventarsi il lavoro. La visione del futuro è orientata allo sviluppo attraverso la valorizzazione delle persone e del rispetto per l’ambiente. Sono i temi centrali della contemporaneità, radicati nei valori di Manaly, che segnano la rotta e al tempo stesso consentono la flessibilità del cambiamento.

Dal 2009 una nuova fase di grandi investimenti, tecnici e culturali, stanno accelerando la crescita. La cooperativa ha acquistato il centro lavoro per la falegnameria e rinnovato contemporaneamente il parco macchine; è stato adottato un nuovo sistema informatico voluto dai soci. È partito il Progetto Ambiente, un percorso che porterà a ridurre significativamente l’impatto ambientale che le lavorazioni e lo smaltimento dei rifiuti producono ai danni del territorio; sono azioni impegnative, nelle quali tutti i soci credono.

Porteranno lontano, porteranno avanti, porteranno in alto.